Musei, legalità e territorio | Un sondaggio per mappare le buone pratiche e diffonderle

Nel Codice Etico dei Musei ICOM si legge che I musei operano nella legalità.

Ispirandosi ai valori etici di responsabilità sociale e legalità, essi risultano particolarmente impegnati sul fronte dell’educazione al rispetto, alla cura e alla salvaguardia del patrimonio culturale, e si adoperano per diffondere e stimolare comportamenti virtuosi, soprattutto nelle giovani generazioni, coinvolgendole nelle proprie attività e allontanandole dalla dispersione scolastica e dalla criminalità.

In questo quadro, per sollecitare la responsabilità individuale e collettiva, è particolarmente importante diffondere la consapevolezza dei rischi ai quali sono esposti i beni culturali, dagli scavi clandestini ai furti, dal danneggiamento alla contraffazione e al traffico illecito, ospitando nei musei iniziative che facciano conoscere la meritoria azione dei Nuclei Tutela Patrimonio del Carabinieri attraverso il racconto di esperienze concrete di indagini e recuperi, di prevenzione e lotta alla criminalità.

I Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale hanno già attivato una pluralità di relazioni con la cittadinanza, a livello locale e nazionale: dagli incontri sulla legalità nelle scuole ai progetti online, dalla diffusione dei bollettini delle opere in ostaggio attraverso dispositivi mobili all’informazione quotidiana sui canali web e social, dai progetti di restituzione fino alle più strutturate esposizioni temporanee. I musei e le aree archeologiche, sedi di studio e documentazione dei territori oltre che di esposizione di opere sottratte, recuperate, restituite alla pubblica fruizione, possono costituire i luoghi ideali per riallacciare i fili di storie e ricostruire percorsi di oggetti e persone nel tempo e nello spazio.

Il sondaggio proposto da ICOM Italia intende verificare la possibilità di estendere esperienze pilota di virtuosa collaborazione tra Musei e Carabinieri, già realizzate in alcune regioni, nella convinzione che una sempre maggiore e sistematica cooperazione tra queste istituzioni possa concorrere alla crescita di una cittadinanza attiva e alla salvaguardia del nostro bellissimo e spesso “aggredito” territorio.

ICOM Italia auspica altresì che, una volta elaborati e resi noti i risultati del sondaggio, si costituisca un Gruppo di Lavoro “Musei, legalità e territorio” che abbia l’obiettivo di stilare un primo dossier di buone pratiche e di elaborare un piano strategico di attività congiunte Musei – Comandi TPC sul territorio nazionale (formative, espositive, narrative, etc.).

Cosa fa e/o vorrebbe fare il “tuo” Museo?

PARTECIPA ORA AL SONDAGGIO

Foto: CasertaWeb