MAB Lombardia | Cultural Heritage e paesaggio: resilienza e nuove opportunità nella ‘transizione ecologica’ per uno sviluppo sostenibile

Quest’anno MAB Lombardia intende focalizzare l’attenzione su alcuni casi particolari di complessi edilizi storici di pregio, case museo, residenze storiche particolari, in cui hanno vissuto a vario titolo illustri personaggi e nei cui spazi interni ed esterni sono presenti  beni culturali originali, oggetti d’arredo e collezioni musealizzate, materiali librari e documentari-archivistici su qualunque supporto, oggetti di natura diversa sedimentati e storicizzati, ecosistemi, immersi in un contesto paesaggistico naturale, biologico variegato, quale componente integrante e interattiva  con il  complesso abitativo e dei beni culturali stessi contenuti negli interni o distribuiti all’aperto.

In tempi di crisi economica, sociale e pandemica, non del tutto risolte, si assiste anche ai cambiamenti climatici preoccupanti e alla riduzione di risorse, a fronte di consumi energetici crescenti e di sprechi. Si vorrebbe poter conoscere quali siano gli impegni, le priorità stabilite per la manutenzione costante di tutti i patrimoni presenti e come sia possibile gestirla in modo sostenibile e “green” per la conservazione e la valorizzazione del complesso come insieme unitario di patrimoni ereditati dal passato, da trasmettere al futuro, con le loro biodiversità  e caratteristiche strutturali.

Gli obiettivi SDG individuati dall’agenda 2030 delle Nazioni Unite  nei siti associativi di  ICOM, AIB, ANAI e IFLA in  particolare sono i numeri : 4, 11, 12, 13, 14, 15, 17,  link generale: https://www.globalgoals.org/ sono un riferimento  per tutte le realtà coinvolte. Alcune realtà complesse di tipo MAB lombarde e non solo presenteranno le loro azioni progettuali in corso.

PROGRAMMA