MUSEI HIGH TECH | Una Call aperta per i Musei del Lazio

Il Gruppo di Lavoro “Rapporto Pubblico-Privato” del Coordinamento Regionale Lazio di ICOM Italia, in collaborazione con gli altri due Gruppi di Lavoro del Coordinamento – “Promozione e Comunicazione” e “Sicurezza ed Emergenza e Restauro Sostenibile” lanciano una Call aperta a tutti i Musei del Lazio denominata MUSEI HIGH TECH. La call sarà aperta fino al 16 marzo 2021.

La Call prevede l’avvio di un progetto sperimentale per l’applicazione delle tecnologie dell’Industria 4.0, additive manufacturing e stampa 3D avanzata, utilizzate nel settore aerospaziale e dei trasporti, per la protezione del Patrimonio Culturale, materiale e immateriale, e mira a selezionare 3 progetti pilota.

La Call nasce da un accordo quadro per la collaborazione nel campo della ricerca, sperimentazione, diagnostica e conservazione dei Beni Culturali tra ICOM Italia e Sophia High Tech SRL.

Scarica il PDF della Call

Accedi al form per la compilazione

Accordo quadro per la collaborazione tra ICOM Italia e SOPHIA HIGH TECH


Chi è SÒPHIA HIGH TECH?

SÒPHIA HIGH TECH, nata nel 2013 da cervelli rientrati, è focalizzata sullo sviluppo e produzione industriale di parti ed assiemi meccanici per l’Aerospazio, la Difesa, l’Automotive, il Railway e l’Energia. Il dipartimento di Engineering ed R&D dell’Azienda utilizza know-how e software all’avanguardia per progettare, simulare e certificare il comportamento strutturale di assiemi complessi. Inoltre SOPHIA garantisce un iter robusto di ottimizzazione strutturale, con l’obiettivo di diminuire i pesi dei singoli componenti, migliorandone notevolmente le performance.
Il dipartimento di produzione è dotato di impianti produttivi all’avanguardia. In particolare SÒPHIA opera con impianti ALM (Additive Layer Manufacturing / 3D Printing) per la produzione di componenti di forma e geometria complessa, con impianti di fresatura CNC (3-4 e 5 assi) e tornitura motorizzata CNC, nel pieno requisito dell’Industria 4.0.
La Qualità delle parti prodotte, il loro assemblaggio e certifica, è assicurata mediante il dipartimento di Metrologia, dotata sia di impianti CMM (Coordinate-Measuring Machine) che di strumentazioni Laser a scansione continua. Il controllo avviene in camera ad umidità e temperatura controllata.