Le iniziative di giugno dei Soci Istituzionali di ICOM Italia

Pagina in corso di aggiornamento!

ICOM Italia comunica le iniziative di giugno 2021 segnalate dai suoi Soci Istituzionali.

Clicca sulla regione per scoprire le iniziative!


Campania

http://www.icom-italia.org/wp-content/uploads/wpforms/10320-faf7ed92f83be88bc622f726ed042c0c/05_pasta-sulle-canne-di-bambu-con-ventola-posteriore-9acdc9274f24954858d8474569558ffa.jpgMuseo “La Fabbrica della Pasta di Gragnano”
Le Ore che contano… il segreto è nel tempo dell’asciugatura
dal 1 aprile al 31 dicembre 2021

La Fabbrica della Pasta di Gragnano presenta nel suo esclusivo Museo dedicato alla Produzione della Pasta di Gragnano, il tema “Le Ore che contano..”. Antichissimi reperti storici risalenti all’800, mostrano le fasi dell’asciugatura delicata della Pasta, come avveniva proprio nell’800! Il visitatore in un suggestivo “viaggio nel tempo”!

LINK


Emilia-Romagna

http://www.icom-italia.org/wp-content/uploads/wpforms/10320-346379fc8433371d8ed056fee97d2a28/on_air_FB3-e09d181cd5c1d3471c019cdece9fc178.jpgSistema Museale di Ateneo Bologna
Una gita al Museo 2.0 “ON AIR”
dal 7 gennaio al 12 giugno 2021

Il Sistema Museale di Ateneo propone Una gita al Museo 2.0 “ON AIR”, il programma di didattica online “in diretta”, rivolto alle scuole di ogni ordine e grado.
Differenti percorsi sono stati progettati per affrontare temi scientifici e far scoprire a bambini e ragazzi i reperti conservati nelle nostre sale anche a distanza, approfondendo tematiche attuali e supportando la programmazione scolastica.

Iniziativa su prenotazione.

LINK

http://www.icom-italia.org/wp-content/uploads/wpforms/10320-faf7ed92f83be88bc622f726ed042c0c/30-17-34-_C5D_0997-4850d62ab7ef2941a85359db58435ac1.jpgMIC Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza
Alfonso Leoni (1941-1980). Genio ribelle
dal 3 febbraio al 13 giugno 2021

Il MIC di faenza ha riaperto al pubblico e ritorna visibile a tutti anche la mostra “Alfonso Leoni. (1941-1980) Genio Ribelle”, che è stata prorogata al 13 giugno 2021. La mostra è dedicata alla riscoperta di un assoluto protagonista dell’arte contemporanea, un genio talentuosissimo e ribelle, purtroppo prematuramente scomparso. Ogni venerdì, alle 18, visita guidata.

LINK

MIC Faenza
La conservazione della ceramica all’aperto
10 giugno 2021

Sarà aperto a tutti gli interessati in forma gratuita, in diretta sui nostri canali Facebook e Youtube e si svolgerà il 10 giugno dalle 9.30 alle 18.

Una giornata di studio in diretta sui nostri canali Facebook e Youtube, organizzato in collaborazione con il Gruppo Italiano IIC, l’Istituto Centrale di Restauro, l’Opificio delle Pietre Dure e la Scuola di Restauro- Venaria Reale che analizza i metodi e le tecniche della conservazione delle opere collocate all’aperto.
@micfaenza

© mic faenza

MAR – Museo d’Arte della città di Ravenna
DANTE. Gli occhi e la mente. Le Arti al tempo dell’esilio
dall’8 maggio al 4 luglio 2021

L’antica chiesa camaldolese di San Romualdo accoglie “Le Arti al tempo dell’esilio”, mostra a cura di Massimo Medica. Il percorso espositivo ripercorre le tappe dell’esilio dantesco, attraverso una raffinata selezione di opere fondamentali dei più importanti artisti del tempo di Dante, concesse dai più prestigiosi musei nazionali e internazionali. A documentare il momento fiorentino sono ben 4 opere di Giotto e Cimabue. Proseguendo quindi con Nicola Pisano, Arnolfo di Cambio, Giovanni e Giuliano da Rimini. Nel percorso anche capolavori assoluti dell’oreficeria e della miniatura.

LINK e LOCANDINA

©Giotto di Bondone (1267?-1337), Polittico di Badia, 1295-1297, tempera e oro su tavola, 137.5×345 cm, Firenze, Gallerie degli Uffizi – Galleria delle Statue e delle Pitture


Lazio

http://www.icom-italia.org/wp-content/uploads/wpforms/10320-346379fc8433371d8ed056fee97d2a28/roma-citta%CC%80-aperta_logo-fe2ffcb264e45bf6fb6877dce6b9a49b.jpgNomas Foundation
Roma città aperta
dal 1 gennaio al 31 dicembre 2021

Gli studi degli artisti che vivono e lavorano a Roma si aprono per accogliere il pubblico che potrà prenotare la propria visita via e-mail o telefonicamente. Nel rispetto del DPCM corrente, le/gli artist* organizzeranno anche visite online, permettendo a roma città aperta di essere spazio pubblico condiviso e aperto al mondo.

LOCANDINA e LINK

Nomas Foundation
Filippo Berta. ONE BY ONE
dal 13 maggio al 29 ottobre 2021

Il progetto ONE BY ONE di Filippo Berta, sostenuto dall’Italian Council, Direzione Generale Creatività Contemporanea, Ministero della Cultura e realizzato in collaborazione con Sapienza Università di Roma e Tools for Culture, restituisce, attraverso un’azione artistica, i confini: barriere politiche e ideologiche realizzate o implementate negli ultimi anni.

LINKe LOCANDINA
© Filippo Berta, One by One, 2021, 4K Video 2160p, Video-Still. Confine fra Croazia e Slovenia

Museo storico della Liberazione
L’Italia combatte. La voce della Resistenza da Radio Bari.
10 giugno 2021 ore 17:00

La stazione radio di Bari, inserita nella rete EIAR, strumento di propaganda del fascismo, divenne dopo l’armistizio dell’8 settembre ‘43 e l’occupazione alleata del meridione, un centro fondamentale di diffusione di messaggi e contenuti militari e politici, rivolti soprattutto a chi era impegnato in Italia nella guerra di liberazione dal nazi/fascismo.

LINK e LOCANDINA

©Odradek Edizioni

Museo della Zecca
Venerdì al Museo della Zecca
04/06/2021, 11/06/2021, 18/06/2021, 25/06/2021

Il Museo della Zecca il venerdì pomeriggio è pronto a farvi scoprire il suo scrigno delle meraviglie. Durante il percorso, in parte virtuale, potrete ammirare i prodotti delle officine monetarie romane nel corso di duecento anni di attività. Accanto ai ben protetti forzieri che custodiscono preziose monete, medaglie, conii, modelli in cera, gemme si può ancora percepire il lontano brusio delle macchine che hanno dato la vita alla nostra moneta e che, insieme alla straordinaria raccolta di foto d’epoca, vi farà immergere nei numerosi reparti, così come dovevano presentarsi al momento dell’inaugurazione della nuova Zecca di Roma nel 1911.

LINK e LOCANDINA

©Poligrafico e Zecca dello Stato


Liguria

Museo Archeologico del Finale
Didattica a distanza per le scuole primarie
dal 9 novembre 2020 al 10 giugno 2021

Il Museo Archeologico del Finale, consapevole del difficile momento in cui versano la scuola e la cultura e per evitare di interrompere la collaborazione tra gli Istituti d’istruzione e il Museo, garantisce attività da remoto per facilitare la partecipazione delle scuole primarie alle attività museali e alle tematiche presenti nel percorso espositivo, utili per l’approfondimento dei contenuti dei programmi d’insegnamento. Il Museo propone una serie di video-lezioni e visite guidate online, con la possibilità d’interazione tra il nostro operatore didattico specializzato e gli allievi.

PROGRAMMA e LINK


Lombardia

http://www.icom-italia.org/wp-content/uploads/wpforms/10320-faf7ed92f83be88bc622f726ed042c0c/banner_homepage-cf915a34fdad058014723e66f3778f0b.jpgMuseimpresa (MI)
Nel tempo di una storia
dal 17 marzo al 27 novembre 2021

Nel tempo di una storia” è un racconto inedito, alla scoperta del patrimonio industriale e culturale custodito nei musei e negli archivi delle imprese italiane. Attraverso il racconto del direttore creativo e fotografo d’eccezione Simone Bramante, in arte Brahmino, sul profilo Instagram del suo blog “What Italy Is”, che promuove la bellezza dell’Italia alla scoperta di destinazioni fuori dalle rotte del turismo di massa, saranno celebrati i musei e gli archivi d’impresa con l’obiettivo di farli diventare una nuova destinazione di culto. Attraverso oggetti, documenti, immagini, fotografie, video e testimonianze, raccontate grazie alle Instagram stories, verrà svelato un patrimonio unico, espressione di cultura, creatività e made in Italy, che offre un racconto dei valori e della storia produttiva e imprenditoriale del nostro Paese. Un tour in tutta Italia che toccherà i musei e archivi d’impresa associati a Museimpresa e che darà vita ad una vera e propria guida alle bellezze del nostro Paese, pensata per coinvolgere i follower in un progetto di cultura partecipata a favore di un’esperienza digitale che superi il concetto di destinazione fisica.

LINK

MUMAC
18 maggio 2021: MUMAC riapre!
In occasione della Giornata Internazionale dei Musei, MUMAC riapre le visite al pubblico.
dal 18 maggio al 31 dicembre 2021

Pur rimanendo hub vaccinale, nella convinzione di essere in primis un luogo a disposizione della collettività, e conformemente alle nuove procedure d’accesso consultabili sul sito mumac.it, sarà possibile prenotare la propria visita in un luogo unico che racconta l’evoluzione della storia, del costume, della tecnologia e del design di un intero settore del made in Italy.

LINK
©Foto: Massimo Fazio

MUST MUSEO DEL TERRITORIO VIMERCATESE
Luoghi di immagini e parole
dal 30 aprile al 13 giugno 2021

Una nuova mostra temporanea con oltre 30 libri d’artista resa possibile grazie alla collaborazione con il Liceo Banfi di Vimercate e con la curatela di Simona Bartolena. In mostra opere di Denise Aubertin, Kenjiro Azuma, Mirella Bentivoglio, Raffaele Bonuomo, Claudia Canavesi e molti altri. Si ringrazia l’Archivio del Libro d’Artista di Milano.

LINK
©Foto: Simona Bartolena

Museo delle storie di Bergamo
Famiglie all’opera
13 giugno ore 16:00

Metti un pomeriggio a teatro: calano le luci, si alza il sipario e… andiamo in scena! Creiamo il nostro libretto d’opera, lasciandoci ispirare dal bel canto. Il fascino della lirica non è mai stato così a portata d’orecchi.
Un gioco per tutta la famiglia per esplorare e conoscere insieme il Museo Donizettiano.

LINK e LOCANDINA
©Foto: Elena Tadolti, Tiffany Pesenti

Museo delle storie di Bergamo
Visita guidata alla Torre dei Caduti
27 giugno ore 17:00

Il Museo delle storie di Montagna da vivere. Le Orobie negli scatti di Tito Terzi la mostra dedicata a Pier Achille ‘Tito’ Terzi, fotografo ed esploratore delle montagne e delle valli bergamasche apre finalmente al pubblico il 28 maggio.

LINK
©Tiffany Pesenti

Pirelli HangarBicocca
Chen Zhen. Short-circuits
dal 15 ottobre al 6 giugno 2021

“Short-circuits” [cortocircuiti] è concepita come un’esplorazione immersiva nella complessa ricerca artistica di Chen Zhen (1955, Shanghai – 2000, Parigi) e riunisce per la prima volta oltre venti installazioni su larga scala realizzate tra il 1991 e il 2000 nelle Navate e nel Cubo di Pirelli HangarBicocca.

INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
Da giovedì a domenica, 10.30-20.30

LINK
©Chen Zhen, Fu Dao / Fu Dao, Upside-down Buddha / Arrival at Good Fortune, 1997. Veduta dell’installazione: CCA – Center for Contemporary Art, Kitakyushu, 1997. Courtesy GALLERIA CONTINUA. © Chen Zhen by ADAGP, Parigi. Foto: Chen Zhen

Pirelli HangarBicocca
Neïl Beloufa. Digital Mourning
dal 17 febbraio 2021 al 9 gennaio 2022

“Digital Mourning” è la prima grande personale dedicata a Neïl Beloufa in un’istituzione italiana e nasce da una riflessione sul panorama attuale e sul concetto di vita nel mondo digitale. Fin dal titolo [lutto digitale], la mostra allude a uno dei paradossi più evidenti della società contemporanea, l’esistenza di un mondo tecnologico e la sua scomparsa. INGRESSO GRATUITO, PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA

LINK
©Neïl Beloufa, Screen-Talk.com, 2020-ongoing (detail). Website with a mini-series, from video Home is whenever I’m with you, 2014. Courtesy the artist, Bad Manner’s, Paris/Miami/Ibiza, kamel mennour, Paris/London, François Ghebaly, Los Angeles, Mendes Wood DM and ZERO…, Milan.

Komos – Museo di Storia naturale dell’Università di Pavia
Ali nella notte. I pipistrelli tra scienza e immaginario
dal 4 giugno al 9 gennaio 2022

Sono mammiferi, ma volano. Vivono nell’oscurità e hanno creato attorno a sé un immaginario legato alla paura e al mistero. Sono accusati di essere vettori di epidemie e i colpevoli della pandemia, ma sono preziosi per l’ecosistema e sono a rischio di estinzione.
A Pavia una mostra interamente dedicata al mondo dei chirotteri.
Info: museokosmos.eu

da martedì a domenica ore 10.00-18.00

LINK e LOCANDINA
©Kosmos – Museo di Storia naturale

Cremona Musei
microfestival d’estate

Lunedì 14 giugno ore 17.00
Monteverdi, il Giovane
Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore, Bologna

Sabato 26 giugno ore 17.00
Vivaldi: Sonate per flauto (dolce e traversiero)
e basso continuo
Antonio Lorenzoni, flauti

Martedì 10 agosto ore 21.00
Vergine madre, figlia del tuo figlio
Dante in Paradiso al cospetto della Regina del Cielo
Concerto: Cappella Musicale di San Giacomo Maggiore, Bologna

a seguire
L’amore che move il sole l’altre stelle
Astronomia dantesca
Conversazione e osservazione della volta celeste:
Gruppo Astrofili Cremonesi

LINK e LOCANDINA

Museo civico Goffredo Bellini
Storie a viva voce
dal 24 aprile al 16 giugno 2021

La chiusura e il momento difficile legato alla situazione pandemica ha portato l’ufficio Museo a esplorare nuovi strumenti insieme alla comunità e alla disponibilità gratuita di alcuni cittadini.
Si è pensato di creare una nuova rubrica on line con video racconti sul territorio asolano: storia, monumenti, aneddoti, personaggi, folklore e religiosità.
In un’ottica di valorizzazione e promozione ma allo stesso tempo di raccolta di fonti orali con l’obiettivo di salvare e far conoscere il grande scrigno di memorie.
Il territorio ci appartiene, fa parte del nostro mondo interiore: è luogo di riferimento, un bene mai dimenticato che alimenta la nostra memoria.
È terra, è casa, è vita, è l’oggi, ma anche un passato in cui ci riconoscersi.
Alla luce di questo si rivela, oggi più che mai, necessario conservare le testimonianze dei custodi del tempo.
L’obiettivo generale è proprio la riscoperta, la conoscenza, la tutela e quindi la promozione di quella ricchezza non tangibile che fa parte della memoria collettiva di una comunità e su cui si fonda il senso di appartenenza dei cittadini a quel luogo.

Ogni martedì in anteprima sul canale YouTube del Museo

LOCANDINA
©Creata dall’ufficio

Fondazione Museo del Violino Antonio Stradivari Cremona
Il Suono di Stradivari – audizioni con strumenti storici delle collezioni MdV
dal 2 giugno al 27 giugno 2021

I brevi concerti con strumenti delle collezioni storiche sono il naturale compendio alla visita al Museo del Violino. Solo qui, dopo averli ammirati nelle sale del percorso espositivo, è possibile apprezzare, nel suggestivo Auditorium Giovanni Arvedi, il suono perfetto dei capolavori di Stradivari, Amati, Guarneri affidati ad abili solisti per attimi di indimenticabile poesia.

Sabato e domenica ore 12

CALENDARIO COMPLETO

LINK e LOCANDINA

©Roberto Domenichini per MdV

Civico Museo Archeologico
OGGETTI EPICI PER RAGAZZI CURIOSI Visita guidata con attività per bambini 6-12 anni
20 giugno 2021 ore 11:00

Visitiamo le diverse sale del museo andando a caccia degli oggetti più particolari e unici: coppe di vetro che sembrano di pizzo, piatti d’argento istoriati con racconti meravigliosi, vasi di terracotta con trailer degni di una pellicola di film, rarissime teste di legno ancora parlanti (a modo loro)… un viaggio inedito tra le meraviglie del museo.
E poi ci mettiamo alla prova imitando uno dei capolavori osservati.

DURATA: : 1 h e 15 ‘
COSTO: Visita guidata 8,00 €; biglietto d’ingresso gratuito per i bambini, 5,00 € per gli adulti. Per informazioni su gratuità e riduzioni visita il sito web del museo

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL MERCOLEDÌ PRECEDENTE: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
FOR KIDS | VISITA GUIDATA – “SOTTO IL CIELO DI NUT”
5 giugno 2021 ore 16:00

Visitiamo la mostra focalizzandoci sull’affollato mondo delle divinità egizie, sulle loro caratteristiche e sui loro cambiamenti nel tempo e proviamo a capire l’origine del loro particolare aspetto zoomorfo. Avremo l’occasione per parlare degli affascinanti miti, della religione, del culto funerario e della magia al tempo degli Egizi… imparando tutto sulla mummia del museo, il nostro Pef!

Visita guidata per bambini 6-12 anni
DURATA: 1 h
COSTO: Visita guidata 8,00 €; biglietto d’ingresso gratuito per i bambini, 5,00 € per gli adulti.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL MERCOLEDÌ PRECEDENTE: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
VISITA GUIDATA – “SOTTO IL CIELO DI NUT. EGITTO DIVINO”
5 giugno 2021 ore 15:00

La mostra esplora la visione religiosa degli antichi Egizi, un popolo definito da Erodoto come ‘il più religioso’ tra i suoi contemporanei.
Il visitatore è accompagnato in un percorso rinnovato alla scoperta delle diverse forme con cui sono raffigurate le divinità, che presentano spesso un aspetto ibrido, metà umano e metà animale. Verranno così approfonditi alcuni aspetti peculiari, quali il culto degli animali e le pratiche magiche, che caratterizzano questa visione religiosa alquanto complessa, praticata dai vivi ma destinata anche ai morti.

DURATA: 1 h
COSTO: Visita guidata 8,00 €; biglietto d’ingresso intero 5,00 € per gli adulti. Per informazioni su gratuità e riduzioni sul sito

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
SOTTO IL CIELO DI NUT: MOSTRA PROROGATA CON UN PERCORSO RINNOVATO
dal 7 maggio 2021 al 30 gennaio 2022

Dal 7 maggio riapre al pubblico Sotto il cielo di Nut. Egitto divino con un percorso modificato, che valorizza ulteriori reperti della collezione egizia milanese. I materiali che nella prima edizione erano stati concessi in prestito da alcuni musei sono rientrati nelle rispettive sedi e al loro posto sono invece esposte importanti opere del Civico Museo Archeologico di Milano, restaurate durante i mesi di chiusura.
Tra questi spiccano il papiro dell’Amduat, un modello di scultura con testa femminile con copricapo di avvoltoio e una stele facente parte della collezione di Edda Bresciani, acquisita dal museo nel 2001.
La mostra è compresa nel percorso di visita al museo.

DURATA: 1 h
COSTO: Visita guidata 8,00 €; biglietto d’ingresso intero 5,00 € per gli adulti. Per informazioni su gratuità e riduzioni sul sito

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
QUANDO SAN MAURIZIO ERA IL MONASTERO MAGGIORE DI MILANO
Webinar online
23 giugno alle 21:00

Non tutti sanno che San Maurizio nei secoli passati era la chiesa del Monastero più importante della città.
L’area dove oggi sorgono il Civico Museo Archeologico di Milano e la chiesa di San Maurizio, infatti, era un tempo occupata dal Monastero Maggiore, il più antico e potente cenobio femminile della città. Andiamo a conoscere attraverso antiche piante, ricostruzioni, documenti e fonti, come si sia evoluto il Monastero, sorto tra VIII e IX secolo, inglobando nella sua struttura imponenti resti di età romana presenti nell’area: una torre poligonale, parte della cinta difensiva di fine III- IV secolo, oltre a un’altra torre pertinente al circo tardoromano.
Non possiamo poi tralasciare l’aspetto più noto, ovvero il ciclo pittorico rinascimentale della Chiesa monastica, di cui colpiscono soprattutto i vivissimi colori dello straordinario ciclo di affreschi a opera del Luini.

DURATA: 1 h
COSTO: 5,00 € a connessione

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA : 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

© Civico Museo Archeologico

Civico Museo Archeologico
I CAPOLAVORI DEL MUSEO ARCHEOLOGICO Visita guidata per adulti
20 giugno ore 10:00

Visitiamo le sezioni del museo per scoprirne oggetti meravigliosi, capaci di raccontare storie e civiltà del passato: la coppa diatreta, rara e pregiata coppa di vetro intagliato; la splendida patera di Parabiago, piatto in argento dorato riccamente ornato; gli anelli sigillo longobardi; i grandi vasi greci dipinti con le eterne storie di dei ed eroi e molto altro.

Un’ora per scoprire e gustare i capolavori del museo e per soddisfare tutte le vostre curiosità, con l’archeologa che vi accompagna pronta a darvi tutte le risposte.

DURATA: 1 h
COSTO: Visita guidata 8,00 €; biglietto d’ingresso 5,00 € per gli adulti. Per informazioni su gratuità e riduzioni visita il sito web del museo.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL MERCOLEDÌ PRECEDENTE: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
VIAGGIO NELLA MILANO PALEOCRISTIANA, SANT’EUSTORGIO
25 giugno ore 15:00

Visitiamo la millenaria basilica di Sant’Eustorgio, ripercorrendo le vicende del luogo tra archeologia, storia e leggenda: dalla necropoli paleocristiana, alle reliquie dei re magi, fino alla cappella Portinari e i suoi splendidi affreschi.

DURATA: 1 h 30’
APPUNTAMENTO: Ritrovo presso l’ingresso della basilica di Sant’Eustorgio, piazza Sant’Eustorgio 1 – Milano.
COSTO: visita guidata 8,00 € a persona + biglietto ingresso 6,00 €.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
UN GIOIELLO…È PER SEMPRE! GIOIELLI E MONILI DALL’ANTICHITÀ AL MEDIOEVO
27 giugno ore 15:00

Visita guidata per adulti
Nell’antichità la donna, più di ogni altro componente della famiglia, era lo specchio della ricchezza e della potenza raggiunta dal gruppo sociale di cui faceva parte.
Questa ricchezza si traduceva sul corpo femminile in ricche vesti e preziosi monili. Nel nostro incontro faremo un viaggio lunghissimo alla scoperta delle oreficerie antiche presenti al Museo Archeologico di Milano ammirando i preziosi monili dall’epoca egizia a quella longobarda, passando dall’oreficeria etrusca e romana, scoprendone il valore non solo economico ma anche religioso, simbolico e scaramantico.

DURATA: 1 h
COSTO: Visita guidata 8,00 €; biglietto d’ingresso 5,00 € per gli adulti
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL MERCOLEDÌ PRECEDENTE: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

© Civico Museo Archeologico

Civico Museo Archeologico
MITI E LEGGENDE PER IMMAGINI Webinar online
16 giugno ore 21:00

Lasciamoci incantare dalle storie che da millenni rappresentano la base della nostra civiltà occidentale, raccontate dagli splendidi recipienti greci del Museo: la sfortunata e faticosa vita di Ercole, le gesta del valoroso Teseo, Zeus dai mille travestimenti, la mortale Europa e la divina Atena… antichi miti che ci accompagnano ancora nell’attualità.
DURATA: 1 h
COSTO: 5,00 € a connessione
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
FOR KIDS | VISITA GUIDATA – “SOTTO IL CIELO DI NUT”
27 giugno ore 16:00

Visitiamo la mostra focalizzandoci sull’affollato mondo delle divinità egizie, sulle loro caratteristiche e sui loro cambiamenti nel tempo e proviamo a capire l’origine del loro particolare aspetto zoomorfo. Avremo l’occasione per parlare degli affascinanti miti, della religione, del culto funerario e della magia al tempo degli Egizi… imparando tutto sulla mummia del museo, il nostro Pef!

Visita guidata per bambini 6-12 anni

DURATA: 1 h
COSTO: Visita guidata 8,00 €; biglietto d’ingresso gratuito per i bambini, 5,00 € per gli adulti.
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL MERCOLEDÌ PRECEDENTE: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
LA CHIESA DI SAN MAURIZIO Visita guidata per adulti
13 giugno 16:30

L’area dove oggi sorgono il Civico Museo Archeologico di Milano e la chiesa di San Maurizio era un tempo occupata dal Monastero Maggiore, il più antico e importante cenobio femminile della città. La sua importanza è indicata proprio dall’appellativo ‘Maggiore’, documentato fin dal IX secolo.
Ripercorriamo le vicende di questa importante istituzione monastica visitando la chiesa di San Maurizio, di cui colpiscono soprattutto i vivissimi colori dello straordinario ciclo di affreschi rinascimentali e che è definita la “Cappella Sistina” di Milano!
DURATA: 1 h
COSTO: visita guidata 8,00 € a persona
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
FOR KIDS | COLPI DI SCENA!
13 giugno ore 15:00

Scena, orchestra, platea sono parole nate nell’Antica Grecia, perché proprio i Greci hanno inventato il teatro: senza di loro non avremmo attori e personaggi, tragedie e commedie… probabilmente non avremmo nemmeno i nostri film! Visitiamo allora il museo alla ricerca dei “frame” immortalati da capaci pittori sui preziosi vasi per raccontare attraverso queste singole scene episodi tratti dalle storie tante volte applaudite dai Greci di allora.
Conosceremo così bellissimi miti e le intricate storie antiche, finendo con le risate delle commedie fliaciche.
Visita guidata con attività per bambini 6-12 anni
DURATA: 1 h e 15 ‘
COSTO: visita guidata 8,00 €; biglietto d’ingresso gratuito per i bambini, 5,00 € per gli adulti. Per informazioni su gratuità e riduzioni clicca qui.

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA ENTRO IL MERCOLEDÌ PRECEDENTE: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

©Museo Civico Archeologico

Civico Museo Archeologico
DALLA ISIDE LACTANS ALLA MADONNA IN TRONO: EVOLUZIONI SUL TEMA
30 giugno ore 12:00

Non c’è chiesa che non abbia un’immagine di una Madonna seduta col bambino in grembo. Ma qual è l’origine di questa iconografia?
Passeggiando virtualmente per il Museo e aiutandoci con numerosi confronti, andiamo a conoscere dove nasce questa immagine, scoprendo che dobbiamo risalire alla Iside degli Egizi, attraversare le contaminazioni greche, italiche e latine delle dee madri e/o delle divinità legate alla terra, per giungere infine alla nostra “Madonna col bambino”.
Storie affascinanti di sincretismi religiosi da cui emerge lampante la lungimirante tolleranza dei Romani. Appuntamento esclusivo per chi non può raggiungerci in museo.

DURATA: 1 h circa
COSTO: 5,00 € a connessione
PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA: 02 20404175 – segreteria@spazioaster.it

LINK

© Civico Museo Archeologico

Museo di Fotografia Contemporanea
CHI NON SALTA. Calcio. Cultura. Identità
dal 12 giugno al 24 ottobre 2021

In concomitanza con l’avvio del Campionato europeo, la mostra offre una riflessione sul gioco del calcio come espressione dell’identità individuale e collettiva, ne indaga il ruolo nella cultura italiana presentando una panoramica per immagini della sua presenza nella società, nel paesaggio, nella memoria e nella cultura del nostro Paese. Protagonisti dell’esposizione sono i lavori di oltre 40 artisti di generazioni, discipline e linguaggi diversi – tra fotografie, installazioni e video – presentati in dialogo con le collezioni del Museo, alcune produzioni artistiche recenti, raccolte di immagini di taglio antropologico, progetti partecipati.

mer-gio-ven, ore 16-19 / sab-dom, ore 10-19

LINK

©Giovanni Ambrosio, Gioventù Ultras, 2016-2021

Musei del castello Sforzesco
Brindisi d’autore. Bicchieri d’artista dalla collezione Bellini-Pezzoli
Dal 15 giugno al 19 settembre 2021

Il Castello Sforzesco brinda alla riapertura dei musei al pubblico con una mostra-dossier di bicchieri d’artista al Museo delle Arti Decorative, dalla prestigiosa collezione Bellini-Pezzoli.
La mostra presenta sia eccellenti prodotti dell’alto artigianato muranese, sia bicchieri di design, sia esemplari di artisti affermati che interpretano l’oggetto nella loro produzione artistica.

LINK

©Yoichi Oira, Calici veneziani, Collezione Bellini- Pezzoli


Piemonte

Fondazione Accorsi-Ometto Museo di Arti Decorative
IVAN THEIMER. Selva simbolica
dall’11 al 19 giugno 2021

Figurativo, ridondante, dichiaratamente simbolico, il lavoro di Theimer ha costruito la sua fama su alcune tipologie plastiche presenti in forze in questa mostra. Accanto alle sculture, anche acquerelli, d’apres d’artista e i “trous” (buchi) che caratterizzano la prima produzione dell’artista.

Me-ve 10-18 ; sa-do 10-19

LINK e LOCANDINA

©Tartaruga con tempio. Collezione privata


Sardegna

Logo MADMuseo delle Maschere Medi-terranee
MAD
dal 29 aprile al 31 dicembre 2021

L’offerta didattica del Museo delle Maschere Mediterranee, si arricchisce di percorso-laboratorio che porta a scuola una nuova opportunità di apprendimento e fruizione museale.

Le collezione del Museo, che include le maschere del Carnevale Barbaricino e del Mediterraneo, verrà messa a disposizione delle scuole, attraverso un video che si potrà visionare in classe in piena autonomia.

LINK e LOCANDINA
©Foto: COOP VISERAS


Toscana

Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana
Chiara Fumai. Poems I Will Never Release 2007-2017
dal 8 maggio al 3 ottobre 2021

Attraverso un corpus molto completo di opere – che traducono in forma materiale le performance dell’artista, pur rispettandone l’intento programmatico di non documentarle – la mostra approfondisce la personalità creativa di Chiara Fumai, che ha lavorato in modo marcato sui linguaggi performativi e sull’estetica femminista del XXI secolo.

mercoledì-venerdì 12-20 – sabato e domenica 11-20

LOCANDINALINK
©Foto: Chiara Fumai Shut Up. Actually Talk. 2012-13 Video still Courtesy The Church of Chiara Fumai

Fondazione per le Arti Contemporanee in Toscana
Formafantasma.Cambio
dal 15 maggio al 24 ottobre 2021

Cambio è un’indagine in corso condotta da Formafantasma sulla governance dell’industria del legno, commissionata dalle Serpentine Galleries. Cambio, dal latino medievale cambium, significa “cambiamento, scambio”. L’evoluzione di questa forma di commercio nel tempo e la sua vasta espansione nel mondo hanno reso difficile la regolamentazione. Ha avuto origine dalla bioprospezione che ha avuto luogo in tutti i territori coloniali durante il diciannovesimo secolo, diventando una delle più grandi industrie del mondo sia in termini di entrate che genera che di impatto che ha sulla biosfera del pianeta. Questa mostra multidisciplinare evidenzia il ruolo cruciale che il design può svolgere nel nostro ambiente e la sua responsabilità di guardare oltre i suoi confini. Il futuro del design può e deve tentare di tradurre l’emergente consapevolezza ambientale in una rinnovata comprensione della filosofia e della politica degli alberi che incoraggerà risposte informate e collaborative.
Per la mostra a Prato le riflessioni condotte dal progetto originario saranno oggetto di inediti accostamenti e suggestioni ulteriori, come ad esempio il confronto con la pluriennale ricerca di Giuseppe Penone sugli alberi.
mercoledì-venerdì 12-20 – sabato e domenica 11-20

LINK
©Foto: Formafantasma_Cambio_Vallombrosa_foto_Margherita_Villani

Ritratto di Dante su carta all’albuminaKunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut
Il ritocco – Manipolazioni dell’immagine fotografica
Dal 3 maggio al 31 dicembre 2021

Una mostra online della Fototeca del Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut. Attraverso l’esposizione di tecniche e procedure storiche e moderne, la mostra online racconta la storia del ritocco fotografico, mostrando come anche le fotografie documentarie siano in ultima analisi “costruite”.

LINK e LOCANDINA
Referenze fotografiche: Kunsthistorisches Institut in Florenz – Max-Planck-Institut [Fratelli Alinari, Ritratto di Dante, carta all’albumina, ante 1896, KHI, n. inv. 289839 // Ritocco su negativo: le persone che circondano Dante sono state attenuate e la figura del poeta è stata ritoccata]

MUSEO DEL TESSUTO DI PRATO
Turandot e l’Oriente fantastico di Puccini, Chini e Caramba
dal 22 maggio al 21 novembre 2021

Nata dallo straordinario ritrovamento dei costumi della prima assoluta della Turandot, andata in scena al Teatro alla Scala nel 1926, la mostra -che si sviluppa su oltre 1000 mq- ricostruisce le vicende che hanno portato il grande compositore Giacomo Puccini a scegliere l’artista Galileo Chini per la realizzazione delle scenografie per la Turandot.

Martedì – giovedì: 10 – 15 Venerdì e sabato: 10 – 19 Domenica: 15 – 19 Lunedì chiuso

LINK e LOCANDINA
©2021, Museo del Tessuto

Fondazione Peccioli
Il Giudizio Universale di Nicola Boccini
dall’11 giugno 2021 all’11 gennaio 2022

Venerdì 11 giugno alle ore 18.30 sarà inaugurata a Legoli presso la Chiesa dei Santi Giusto e Bartolomeo l’opera di ceramica contemporanea il “Giudizio Universale” di Nicola Boccini.
L’iniziativa si inserisce nel trentennale impegno del Comune di Peccioli di valorizzazione del territorio attraverso opere di arte contemporanea, in dialogo e confronto con il luogo, la sua storia e il suo paesaggio.
Il “Giudizio Universale” è un’istallazione multimediale in ceramica dell’artista umbro, ispirata all’omonimo polittico di Hans Memling, datato 1467 circa, e commissionata nel 2016 dal Museo Nazionale di Danzica come reinterpretazione del capolavoro lì conservato.

LINK e LOCANDINA

©Foto di Nicola Boccini


Trentino-Alto Adige

http://www.icom-italia.org/wp-content/uploads/wpforms/10320-faf7ed92f83be88bc622f726ed042c0c/copertina-il-museo-digitale-d469153493395cbeabaf854e1da87fe3.pngFondazione Museo Civico di Rovereto
Il museo digitale: a casa vostra ogni domenica!
dal 7 febbraio al 31 dicembre 2021

Archeologia, zoologia, scienze della terra, astronomia, arte, botanica e tanto altro ancora! Lo staff del museo vi dà appuntamento su Facebook e YouTube ogni domenica, tra pillole di scienza, approfondimenti sui tesori delle collezioni, sulle novità in corso o i progetti di ricerca. E per i più piccoli andremo alla scoperta delle meraviglie del museo con il gufo Clodomiro, ogni prima domenica del mese!

Alle ore 11.00 ogni domenica!

LINK

Castel Thun
Di luce e d’ombra. Memorie fotografiche della famiglia Thun
dal 19 giugno al 7 novembre 2021

Realizzata in collaborazione con la Soprintendenza per i beni culturali, la mostra esplora la ricca collezione di fotografie appartenuta ai conti Thun. Poco oltre la metà dell’Ottocento, anche per questa importante famiglia la messa in scena della propria esistenza trova nell’album fotografico uno straordinario strumento di narrazione e conservazione della memoria. In quegli anni una vera e propria passione collettiva si scatena grazie all’offerta dei ritratti nel formato carte de visite, da collezionare, scambiare e esibire in appostiti raccoglitori, offerti allo sguardo dei visitatori sul tavolino da salotto. Tra quelle pagine scorrono in sequenza ordinata i testimoni di relazioni parentali e vincoli dinastici, di amicizie e legami nell’ambito sociale di appartenenza, che per i Thun si estendeva dal Trentino asburgico alla Boemia. Sono eleganti coppie di sposi, gentildonne in crinolina di esangue bellezza e matrone imbruttite, severi signori attempati e rampolli in atteggiamento da dandy, bambine e bambini costretti all’immobilità, ecclesiastici e militari che hanno posato nei grandi atelier di diverse città imperiali, italiane, tedesche, francesi e inglesi, nonché dei primi fotografi stabili di Trento e Rovereto, per evocare emozioni e ricordi. Le relazioni cosmopolite della famiglia scavalcano il secolo, insieme alla consuetudine di ritrarre e farsi ritrarre in fotografia, agevolati dalla progressiva semplificazione tecnica, che apre il campo alla produzione amatoriale. Ecco allora che dall’inizio del ‘900 il boemo Franz Thun e sua moglie Teresa, nata Thun di Castelfondo, si cimentano in un’attività condivisa con amici e parenti, per fermare con le loro istantanee ritratti singoli e di gruppo, celebrazioni ufficiali, occasioni mondane, villeggiature e viaggi al di qua e al di là delle Alpi. Sono i momenti lieti di una storia intima e familiare, narrati in un lungo diario fotografico, che offre inaspettate testimonianze del loro presente. Al passato prossimo sono dedicati invece singolari collage di ritratti, riuniti secondo il criterio dell’appartenenza dinastica, come tasselli di un albero genealogico per immagini, dove ritrovare volti amati e prestigio del casato.

©Soprintendenza per i Beni Culturali di Trento

Castel Thun
In carrozza! Carrozze e slitte della famiglia Thun
dal 19 giugno al 31 dicembre 2021

Tra le testimonianze materiali della mobilità e dei trasporti, oggetto quest’anno di una nutrita serie di manifestazioni tra Trentino, Alto Adige e Tirolo volute dall’Euregio, vi sono a buon diritto le carrozze e le slitte dell’antica famiglia Thun, una serie unica nel suo genere in ambito regionale e preziosa per varietà tipologica, costruttiva e decorativa.

La raccolta consiste in undici esemplari di carrozze e quattro slitte, oggetto di accurato restauro da parte della Soprintendenza per i beni storico-artistici negli anni 2002 e 2003. Il suo ritorno a Castel Thun dopo decenni di lontananza e la sua esposizione definitiva nel maniero permetterà ai visitatori di seguire con maggiore completezza il percorso dentro e fuori il castello, cogliendo in tutte le sue articolazioni gli aspetti più significativi della vita dei suoi aristocratici abitanti, tra le sue mura e nella società del tempo.

La collezione raccoglie i mezzi appartenuti alla famiglia Thun di ramo trentino e alla famiglia Thun di ramo boemo, che acquistò il castello negli anni venti del Novecento, restaurandolo e integrandolo nell’arredo con manufatti e dipinti. Tra i veicoli di maggior taglia vi sono carrozze di servizio come la Vis à vis, le Mylord e la Brougham; di misura più ridotta sono alcune carrozze da diporto come le Phaeton, la Linzerwagen e la Break Vagonette. Ciascuna denominazione corrisponde ad una tipologia rispondente a funzioni, dal normale trasporto al mezzo attrezzato per la caccia o per le passeggiate in campagna. Accanto alle carrozze la raccolta vanta alcuni esemplari di slitta, testimonianza di un fortunato turismo invernale della regione ai tempi della Belle époque prima dello scoppio della Grande Guerra.
Tra queste una slitta Vittoria, una slitta Phaeton e due slitte Spider, di cui una finemente decorata con scene invernali. L’esposizione dei mezzi è accompagnato da una serie di apparati multimediali di grande suggestione realizzati da theBuss, che permetteranno al visitatore di immergersi nelle atmosfere tra Ottocento ed inizio Novecento: la ricostruzione di alcuni momenti di dialogo tra i membri della famiglia Thun, le foto storiche dei suoi ultimi membri in carrozza, antiche testimonianze su viaggi, tragitti e pericoli porteranno i visitatori a un vero tuffo nel passato.

LINK
©Castello del Buonconsiglio

Castel Stenico
Gli apostoli ritrovati. Capolavori dall’antica residenza dei Principi vescovi
dal 30 maggio al 6 settembre

Disperse sul mercato antiquario agli inizi del Novecento, due magnifiche sculture seicentesche appartenute al principe vescovo, sono ritornate nelle collezioni museali del Castello del Buonconsiglio.
Gli apostoli ritrovati. Capolavori dall’antica residenza dei Principi vescovi. E’ questo il titolo della mostra, curata da Giuseppe Sava, che fino al 5 settembre 2021 sarà protagonista nella sala dei Fiori a Castel Stenico.
La rassegna, organizzata dal museo con l’aiuto della Soprintendenza per i Beni culturali, racconta l’affascinante storia di un fortunato ritrovamento di due magnifiche sculture seicentesche in bronzo dorato molto probabilmente commissionate dal principe vescovo e fino al 1803 conservate nella dimora del principe vescovo al Castello del Buonconsiglio.
Nel 1875, in occasione di un’importante mostra tenutasi a Trento, Catalogo degli oggetti presentati all’Esposizione regionale d’Agricoltura e delle Industrie, furono esposte otto statuette in bronzo dorato provenienti dalla collezione di Villa Consolati, una delle più significative raccolte d’arte della provincia dove erano confluiti, dopo le spoliazioni ottocentesche, alcuni dei pezzi più importanti della storia dell’arte in Trentino un tempo custoditi nella residenza del principe vescovo. Grazie alla disponibilità della famiglia, il soprintendente Giuseppe Gerola nei primi anni del Novecento riuscì a recuperarne una buona parte e permetterne la ricollocazione presso il Castello del Buonconsiglio.
Tra le opere recuperate figura un notevolissimo stipo in commesso di pietre dure immortalato in un dipinto degli inizi del Novecento da Annunziata Consolati dove figurano alcune statuette in bronzo dorato. Una coeva testimonianza fotografica proprietà dell’Archivio fotografico del museo mostra le stesse statuette poste su basi a rocchetto presumibilmente in legno ebanizzato. Dopo questo periodo di esse si perse però ogni loro traccia. Recentemente sul mercato antiquario milanese sono apparse due di queste statuette, riconosciute in occasione di un fortunato sopralluogo da Giuseppe Sava, affermato storico dell’arte trentino.
L’identificazione è incontrovertibile – si tratta degli apostoli Paolo e Filippo riconoscibili alle due estremità da una foto storica che si trova nell’archivio fotografico del museo – e ci permette quindi di recuperare due elementi di una prestigiosa serie sino ad oggi data per dispersa.
Il catalogo della fortunata serie “Cammei” vedrà tra gli altri anche l’intervento di carattere prettamente storico artistico di Giuseppe Sava volto a individuare e confermare nel nome di Nicolò Roccatagliata il valente artista autore dei bronzi, che operò per il principe vescovo Madruzzo nei primi anni del Seicento. Il confronto in mostra con alcune opere dell’artista, a partire da una bella croce processionale pressoché inedita conservata in Trentino e commissionata all’artista dalla comunità di Nago, valorizza nel modo migliore l’acquisizione dei bronzetti al patrimonio museale.

LINK
©Castello del Buonconsiglio

MAG Museo Alto Garda
Inaugurazione della mostra “Intrepidi Collegamenti. Esperimenti di mobilità tra lago e montagna”
dal 18 giugno al 31 ottobre 2021

In occasione dell’anno tematico dei musei Euregio 2021 dedicato al tema “trasporti-transito-mobilità” il MAG Museo Alto Garda, insieme a una rete di partner trentini, altoatesini e austriaci, ospita la mostra “Intrepidi collegamenti”. Lo scopo del progetto è quello di analizzare il ruolo delle infrastrutture realizzate nel Tirolo storico in previsione della Grande Guerra e le ragioni che ne hanno determinato l’abbandono o l’eventuale reimpiego per altri scopi nell’ambito di una rinnovata mobilità, soprattutto in rapporto ai nuovi flussi turistici. Inaugurzione: 18 giugno ore 18.00 – mostra visitabile dal 19 giugno al 31 ottore 2021.

©Immagine della mostra “Intrepidi Collegamenti”, Bolzano Landesarchiv


Umbria

Regione Umbria

Reti, sistemi e tecnologia. Quali sfide alla chiusura dei musei durante la pandemia

Sono stati annunciati i 10 progetti finanziati con la legge regionale 24/2003 “Sistema museale regionale – Salvaguardia e valorizzazione dei beni culturali connessi” da parte della Regione Umbria.

In tutti i progetti presentati si evince una forte volontà di valorizzare il patrimonio culturale e ambientale del territorio di riferimento e tutti quanti sono stati connotati da un utilizzo mirato di strumentazioni e tecnologie, dalle riprese a 360°, alle APP, ai videogames, oltre che da un’attenzione particolare per la produzione di contenuti mirati per le scuole anche per il supporto alla DAD.

Per maggiori informazioni e consultare l’elenco dei progetti vincitori, accedete al sito di Regione Umbria.

LINK


Valle d’Aosta

http://www.icom-italia.org/wp-content/uploads/wpforms/10320-faf7ed92f83be88bc622f726ed042c0c/dante2-b0c80b72b88805676fa8dd4cfdd67b52.jpgForte di Bard
Dantedì. Omaggio a Dante 1321-2021
dal 25 marzo al 6 giugno 2021

“La figura del Sommo Poeta viene celebrata dal Forte con la presentazione online del progetto espositivo Omaggio a Dante 1321-2021 allestito all’interno della Cappella della fortezza dedicato alla sua opera più celebre, la Divina Commedia. La mostra è costruita intorno ad un prezioso incunabolo della Divina Commedia, stampato a Brescia nel 1487 da uno dei primi editori che in Italia utilizzò la stampa a caratteri mobili, appena inventata da Gutenberg: Bonino de Boninis. L’incunabolo, che sarà esposto al Forte di Bard dal 25 marzo al 6 giugno 2021, proviene dalla collezione del Castello di Castiglione del Terziere, situato a Bagnone (Massa), sede della Fondazione Loris Jacopo Bononi.
Nel video di presentazione online l’attore Andrea Damarco legge alcune terzine del celebre poema preceduto dagli interventi della Direttrice del Forte di Bard, Maria Cristina Ronc e di Sabina Magrini, Direttrice dell’Archivio di Stato di Firenze.”

Ora: 10:00 – 18:00

LINK


Veneto

http://www.icom-italia.org/wp-content/uploads/wpforms/10320-faf7ed92f83be88bc622f726ed042c0c/08-254d00ac3caa8849cb6946de8df6ecf0.jpgLe Stanze del Vetro
Virtual Tour e visite guidate digitali alla mostra “Venezia e lo Studio Glass Americano”
dal 14 marzo al 31 dicembre 2021

“Scopri i capolavori di “Venezia e lo Studio Glass Americano” con le visite guidate virtuali, comodamente da casa. Un operatore di Artsystem ti accompagnerà tra le sale della mostra già allestita sull’Isola di San Giorgio Maggiore: potrai così scoprirne i capolavori e approfondire i temi e gli artisti protagonisti, da solo o con la tua famiglia.
Le visite guidate sono gratuite e vengono effettuate tutti i giorni, su richiesta e prenotazione con almeno due giorni di anticipo, su piattaforma Zoom scrivendo ad artsystem@artsystem.it”

LINK

Museo di Castelvecchio
Note di Mozart al Museo di Castelvecchio
6 e 20 giugno, alle 12.15 e alle 13

Nelle domeniche 30 maggio, 6 e 20 giugno al Museo di Castelvecchio, durante la visita al museo, si potrà potrete assistere alle performance di giovani diplomati del Conservatorio che eseguiranno musiche di Mozart nella Galleria delle Sculture.
Il tutto di fronte al “Ritratto di W.A. Mozart all’età di 13 anni”, il dipinto eccezionalmente esposto al museo grazie alla collaborazione di Fondazione Cariverona e Accademia Filarmonica di Verona.
L’iniziativa è realizzata grazie alla Società Amici della Musica di Verona, con cui i Musei Civici di Verona collaborano già da diversi anni per arricchire la visita dei musei con l’ascolto della musica e dare spazio a giovani musicisti all’inizio della loro carriera.

Informazioni: Museo di Castelvecchio, corso Castelvecchio 2 – Verona
tel. +39 045 8062611 – castelvecchio@comune.verona.it
Facebook @MuseCastelvecchio| Instagram @museiciviciverona | YouTube

LINK

©Musei Civici di Verona

Museo di Castelvecchio
Mostra “Dante negli archivi. L’Inferno di Mazur”
fino al 3 ottrobre 2021

Per i 700 anni dalla morte di Dante, al Museo di Castelvecchio è in corso la mostra “Dante negli archivi. L’Inferno di Mazur” a cura di Francesca Rossi, Daniela Brunelli, Donatella Boni. Esposte in Sala Boggian quarantuno acqueforti e acquetinte che l’artista americano Michael Mazur produsse ispirandosi alla prima cantica della Divina Commedia per comporre il libro d’artista “Michael Mazur. Etchings. L’Inferno. Dante”, stampato in tiratura limitata di 50 copie in collaborazione con il maestro tipografo Robert Townsend. L’opera grafica è accompagnata dai corrispettivi brani del testo originale di Dante Alighieri con, a fronte, la fortunata traduzione in inglese dell’Inferno realizzata dal poeta Robert Pinsky.

Informazioni: Museo di Castelvecchio, corso Castelvecchio 2 – Verona
tel. +39 045 8062611 – castelvecchio@comune.verona.it
Facebook @MuseCastelvecchio| Instagram @MuseiCiviciVerona | YouTube

da martedì a domenica, dalle 12 alle 19 (ultimo ingresso alle 18.30)

LINK e LOCANDINA

©Musei Civici di Verona

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
Mostra “Tra Dante e Shakespeare. Il mito di Verona”
fino al 3 ottrobre 2021

Per i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri, alla Galleria d’Arte Moderna Achille Forti è in programma la mostra “ Tra Dante e Shakespeare. Il Mito di Verona” a cura di Francesca Rossi, Tiziana Franco, Fausta Piccoli.
Esposte una selezione di oltre 100 opere tra dipinti, sculture, opere su carta, tessuti e testimonianze materiali dell’epoca scaligera, codici manoscritti, incunaboli e volumi a stampa in originale e in formato digitale provenienti dalle collezioni civiche, dalle biblioteche cittadine, da biblioteche e musei italiani ed esteri.

Informazioni: Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, cortile Mercato Vecchio 6 – Verona
tel. +39 045 8001903 – gamforti@comune.verona.it
Facebook @GAMverona | Instagram @MuseiCiviciVerona | YouTube https://bit.ly/YouTubeIMUV

LINK e LOCANDINA

©Ripresa fotografica Fulvio Rosso, fotografo, Calice Ligure

Museo Archeologico al Teatro Romano
Mostra “Il fascino dei vetri romani”
fino al 26 settembre 2021

È stata prorogata fino al 26 settembre 2021, al Museo Archeologico al Teatro Romano, la mostra “Il fascino dei vetri romani” curata da Margherita Bolla.
I vetri antichi, e romani in particolare, hanno sempre suscitato grande interesse, per l’eleganza e la fun-zionalità delle forme e per la valenza estetica delle colorazioni.
L’esposizione ne illustra le molteplici funzioni: recipienti per balsami e profumi, vasi per alimenti liquidi e solidi, ma anche contenitori per le ossa cremate dei defunti e oggetti di ornamento.

Informazioni: Musei Archeologico al Teatro Romano, Regaste Redentore 2 – Verona
tel. +39 045 8000360 – museoarcheologico@comune.verona.it
Facebook @MuseiCiviciVerona | Instagram @MuseiCiviciVerona | YouTube https://bit.ly/YouTubeIMUV

da martedì a domenica dalle 12 alle 19 (ultimo ingresso alle 18.30)

LINK

©Musei Civici di Verona

Musei Civici di Verona
Mostra diffusa per il VII centenario dantesco
dal 12 maggio al 31 dicembre 2021

In occasione delle iniziative per il VII centenario dantesco, una mostra diffusa appositamente dedicata valorizza la città di Verona che, nel suo tessuto urbano e nelle testimonianze artistiche stratificate nel corso dei secoli, parla ancora dell’epoca di Dante.
Un itinerario corredato da pannelli informativi su tutto il percorso, una mappa in versione cartacea e digitale e approfondimenti tematici, in versione web e pdf scaricabile, invitano i visitatori a scoprire e approfondire i luoghi veronesi testimoni della presenza e della tradizione dantesca.

Informazioni: Musei Civici di Verona, corso Castelvecchio 2 – Verona
tel. +39 045 8062611 – museii@comune.verona.it
Facebook @MuseiCiviciVerona | Instagram @MuseiCiviciVerona | YouTube https://bit.ly/YouTubeIMUV

LOCANDINA

©Musei Civici di Verona

Fondazione Querini Stampalia
Un’evidenza fantascientifica. Luigi Ghirri, Andrea Zanzotto, Giuseppe Caccavale
dal 14 maggio al 17 ottobre 2021

Per il terzo atto del programma di ricerca legato al Fondo Luigi Ghirri si mettono a confronto fotografia, pittura e poesia aprendo nuove occasioni di valorizzazione tra i linguaggi dell’arte.
Un artista visivo come Giuseppe Caccavale e un grande poeta come Andrea Zanzotto si confrontano con le opere di Luigi Ghirri sul grande tema del paesaggio.

Dal martedì alla domenica, 10-18. Chiuso lunedì.

LINK e LOCANDINA

©Ph. Michele Sereni

Fondazione Querini Stampalia
Venezia panoramica. La scoperta dell’orizzonte infinito
dal 14 maggio al 12 settembre 2021

La più grande veduta di Venezia mai realizzata: è quella dipinta nel 1887 dal pittore e decoratore Giovanni Biasin. Alta poco più di un metro e settanta, si sviluppa per ventidue metri di lunghezza. Più che una ‘veduta’ è un ‘panorama’.
È attorno a quest’opera, esposta per la prima volta dopo il recentissimo restauro, che si articola la mostra.

Dal martedì alla domenica, 10-18. Chiuso lunedì.

LINK e LOCANDINA

©Ph. Michele Sereni

Società Cooperativa Culture | CoopCulture
ItinerAPPia
dal 24 maggio 2021 fino al 31 maggio 2025

📯 160 chilometri di percorsi, più di 40 itinerari e 130 punti di interesse📍: è da oggi disponibile on line #ItinerAppia.
Con l’app e la piattaforma web i visitatori potranno organizzare una visita al Parco accedendo a tutte le informazioni necessarie. Grazie ai QR code presenti sulla segnaletica del Parco sarà possibile ottenere informazioni su singoli monumenti o avviare gli itinerari proposti. Ogni itinerario è composto da punti di rilevanza archeologica, culturale e ambientale e corredato da utili informazioni: chilometri da percorrere, tempi di percorrenza, orari di apertura dei siti e così via.
All’interno dell’app, è disponibile anche un’audioguida.
L’App è disponibile su App Store e Google Play

LINK

©krinaphoto

Società Cooperativa Culture | CoopCulture
LIVE CULTURE, la nuova età delle scoperte
Dal 15 marzo 2021 al 31 maggio 2023

Live Culture, è la nuova piattaforma di CoopCulture che estende le esperienze di visita nel tempo e nello spazio, nata con l’obiettivo di continuare ad offrire a studenti e turisti la possibilità di «entrare» con noi nei musei e nelle aree archeologiche.

L’idea è quella di associare visite digitali con immagini di altissima qualità a una fruizione mediata da operatori didattici specializzati. Gli operatori LIVE Culture, attraverso una piattaforma di regia, propongono e commentano diversi contenuti, dai virtual tour a videovisite full hd a game, con contenuti scientifici realizzati dai nostri archeologi e storici dell’arte di concerto con le diverse istituzioni culturali coinvolte.

Una proposta innovativa quindi per vivere il patrimonio culturale ed essere accompagnati alla scoperta di alcune meraviglie del nostro Paese: dal Colosseo alle case degli Imperatori sul Palatino, dal Museo Archeologico di Napoli agli Scavi di Pompei e di Ercolano, dalla Venaria Reale ai Musei Reali di Torino, dalla Valle dei Templi di Agrigento al Chiostro di Monreale.

Live Culture consente inoltre una fruizione integrata, offrendo la possibilità di mettere assieme tempi e luoghi diversi che dal vivo non sarebbero fruibili in un unico momento, e può essere anche lo strumento per integrare l’esperienza di visita on site, come occasione di preparazione alla visita o di approfondimento successivo.

Attraverso pochi semplici passi puoi accedere a tour virtuali guidati da operatori didattici dal vivo!

LINK

©twiceout per coopculture

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti
Mostra “La mano che crea. La galleria pubblica di Ugo Zannoni (1836-1919) scultore, collezionista e mecenate”
dal 27 giugno al 31 ottobre 2021

È stata prorogata fino al 31 dicembre 2021, alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Achille Forti, la mostra-laboratorio dedicata a Ugo Zannoni, che offre uno studio dedicato all’artista veronese e al tema del mecenatismo che ha portato alla nascita delle collezioni civiche della GAM. In mostra opere provenienti dalla collezione Zannoni donate alla Galleria, un cantiere di restauro e una “linea del tempo” figurata, incentrata sui donatori dei Musei Civici tra Ottocento e primo Novecento.

Informazioni: Galleria d’Arte Moderna Achille Forti, cortile Mercato Vecchio 6 – Verona
tel. +39 045 8001903 – gamforti@comune.verona.it
Facebook @GAMverona | Instagram @MuseiCiviciVerona | YouTube https://bit.ly/YouTubeIMUV

dal martedì alla domenica, dalle 12 alle 19 (ultimo ingresso alle 18.15)

LINK

©Archivio Musei Civici di Verona