Giuliana Ericani

Presidente del Comitato dei Probiviri

È laureata (1974) e specializzata in Storia dell’Arte (1982) presso l’Università degli Studi dell’Università di Padova, ha svolto servizio di ispettore storico dell’arte nel Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Soprintendenza del Veneto dal 1980 al 2002. Dirigente del Comune di Bassano del Grappa, Area III, Cultura, Direttore del Museo Biblioteca Archivio dal 2002 al 31 ottobre 2015, ha organizzato più di quindici convegni e di venti mostre, di livello nazionale ed internazionale, e riallestito le sedi museali ed aperto nuovi musei, tra i quali il Museo Remondini a Palazzo Sturm nel 2007, premio ICOM 2010.

Ha diretto il “Bollettino del Museo”, dal 2003, che pubblicava ogni anno il Report delle attività.

È stata incaricata del corso di “Gestione museale e istituzioni espositive” presso la Scuola di Specializzazione in Beni Storico-Artistici del Dipartimento di Storia delle Arti Visive e della Musica dell’Università di Padova dal 2010 al 2017. Nell’ambito del corso cura ora (2019) una pubblicazione con proposte di riallestimento di alcune sezioni del Museo civico di Padova.

È membro del Comitato Edizione Nazionale delle Opere di Antonio Canova e pubblica nel 2019 la Corrispondenza 1811. Codirige la rivista internazionale “Studi Neoclassici”.

Ha al suo attivo più di duecento pubblicazioni su argomenti di arte veneta dal XIV al XX secolo. E’ membro del CIHA (Comité International  d’Histoire de l’Art) Italia.

Dal 2003 è stata revisore dei conti (2003- 2007) e membro del collegio dei probiviri (2007-2009; 2010-2013) di ICOM  (International Council of Museums) Italia ed ha contribuito alla realizzazione di tutti i documenti pubblicati. Dal 2010 al 2016 è stata presidente di ICOM ICFA (International Committee of Fine Arts and Collection museums). È stata confermata Consigliere di ICOM Europe per il triennio 2019-2022, carica già ricoperta tra il 2016 e il 2019. Nel 2017 ha organizzato a Bologna la Conferenza annuale “The role of local and regional museums in the making of a people’s Europe”, di cui sono disponibili gli atti (http://www.icom-italia.org/icom-europe-pubblicazione-atti-the-role-of-local-and-regional-museums-in-the-building-of-a-peoples-europe/). Come presidente del Comitato dei Probiviri di ICOM Italia ha promosso e coordinato il lavoro di revisione del codice etico di ICOM, su richiesta di ETHCOM e in collaborazione con i coordinamenti regionali italiani.