Fondazione Pini sostiene tre progetti di ricerca sulle Case Museo

La Fondazione Adolfo Pini – in collaborazione con ICOM Italia, la Commissione Tematica “Case Museo” e DEMHIST, ICOM International Committee for Historic House -ha deciso di portare avanti attività di ricerca sulle Case Museo Italiane e in particolare:

1- la mappatura di chi, dove e quante sono in Italia;

2- argomenti tra cui, a titolo esemplificativo ma non esaustivo:

  • Esempi di buone pratiche sull’organizzazione del lavoro nei musei e sull’adattamento alle nuove circostanze: tendenze e nuove idee (ad esempio, per l’educazione museale);
  • Le sfide dei professionisti museali– il lavoro a distanza e il rischio di perdere il lavoro;
  • Il visitatore post-pandemia: sicurezza e nuove esigenze al centro dell’attenzione;
  • Relazioni tra le case museo e la loro comunità durante e dopo la pandemia: supporto per implementare nuovi approcci;
  • Pianificazione strategica e operativa per garantire un futuro sostenibile dei musei dopo i lockdown;
  • Attività concepite per lo scenario post-pandemia che cercano di:
    – generare entrate per le case museo
    – creare posti di lavoro
    – riorganizzare le visite e le mostre
    – sviluppare nuove attività
    – raggiungere il pubblico e le comunità locali
    – sviluppare attività online
  • Altri argomenti che possono essere di interesse generale per la comunità museale globale relativi alla resilienza post-COVID 19.

Le attività di ricerca verranno portate avanti da tre studentesse dell’università di bologna e confluiranno in una pubblicazione che sarà disponibile per tutti i soci e addetti del settore.