Collaborazioni

ICOM Italia ritiene interessante stipulare degli accordi di collaborazione per portare avanti tematiche specifiche quali:

  • la ricerca e la sperimentazione
  • l’aggiornamento professionale
  • la valorizzazione delle istituzioni

 

REGIONE LOMBARDIA
dal 2012

Dal 2012, la Segreteria nazionale di ICOM Italia ha sede presso gli uffici della Regione Lombardia, dove ha sede anche il Centro di Documentazione di Museologia e Museografia di ICOM Italia (CEDOMM). La Regione ha sostenuto ICOM Italia nell’organizzazione di ICOM Milano 2016. Nell’ambito della pluriennale collaborazione avviata con Regione Lombardia, si sono tenuti una serie di seminari e convegni, e dal 2019, nell’ambito dell’accordo finalizzato alla realizzazione di incontri di formazione e aggiornamento rivolti ai professionisti dei beni culturalidella Regione Lombardia, vengono organizzati degli appuntamenti di aggiornamento professionale che vanno a toccare temi centrali per la comunità museale. Tra questi le due giornate dedicate al Terzo Settore: Mecenatismo, filantropia, sponsorizzazione a sostegno delle istituzioni museali (Cremona, 30 ottobre 2019) e La riforma del Terzo Settore: una guida pratica per le fondazioni, le associazioni e le imprese sociali in ambito museale (Milano, 11 dicembre 2019).

MiBACT
dal 2015

Come previsto dall’accordo MiBAC – ICOM Italia anche nel 2017 è proseguita l’attività di collaborazione del Comitato Italiano per lo sviluppo della realtà museale italiana secondo gli standard internazionali.

Di seguito le attività condivise:

  • Sistema Museale Nazionale
  • International Museum Day | Festa dei Musei
  • Web Strategy Museale
  • Revisione delle Linee guida per il superamento delle barriere senso-percettive e cognitive nei luoghi di interesse culturale
  • Progetto MuSST #2 – Patrimonio culturale e progetti di sviluppo locale
  • Premio ICOM Italia 2017
  • Convegno The Role of Local and Regional Museums in the Building of a People’s Europe
ISTITUTO PER I BENI ARTISTICI CULTURALI E NATURALI DELL’EMILIA ROMAGNA
dal 2015

ICOM Italia e l’Istituto per i Beni Artistici Culturali e Naturali dell’Emilia-Romagna collaborano da anni su progetti che coinvolgono la formazione dei professionisti museali e la valorizzazione delle istituzioni territoriali. Nel 2017 l’IBACN e ICOM Italia hanno lavorato congiuntamente all’organizzazione di corsi e attività formative nell’ambito del progetto Mu.SA: Museum Sector Alliance, rivolto al potenziamento delle competenze digitali e trasversali utili per il settore museale. L’iniziativa, di durata triennale, muove dalla constatazione della distanza che, anche in ambito museale, separa percorsi formativi e mondo del lavoro a causa della comparsa di nuovi ruoli che richiedono lo sviluppo di competenze digitali e trasversali. Partendo da una ricerca sui bisogni formativi degli operatori museali e sull’offerta formativa disponibile, il progetto si propone di individuare i profili emergenti e dettagliare le nuove competenze richieste ai professionisti del settore per utilizzare al meglio le nuove tecnologie. Le attività e i partner del progetto si concentrano su tre paesi europei: Italia, Grecia e Portogallo. L’accordo tra IBACN e ICOM Italia ha previsto una progettazione congiunta di attività formative di aggiornamento professionale destinate agli operatori museali della Regione Emilia Romagna con l’obiettivo di ampliare l’offerta già prevista dal progetto Mu.SA anche attraverso la pubblicizzazione delle attività formative ai fini della costruzione di una community di professionisti del settore e la produzione di materiali didattici da diffondere e fruire anche a distanza.

ASSESSORATO REGIONALE DEI BENI CULTURALI E DELL’IDENTITÀ SICILIANA
dal 2015

Secondo il protocollo d’intesa le Parti collaborano al fine di integrare e coordinare le rispettive attività di studio e ricerca, con particolare riferimento a quelle relative al settore museale e in particolare al fine di attuare il processo di accreditamento dei musei e di monitoraggio degli standard di qualità dei musei, delle rete museali e dei parchi archeologici della regione Sicilia in linea con l’Atto di indirizzo ministeriale del 10 maggio 2001 e con il Sistema regionale di accreditamento, di monitoraggio e valutazione dei luoghi della cultura istituito con D.A. In tal senso le Parti si impegnano a individuare le forme e i modi di collaborazione più idonei anche attraverso la partecipazione dei propri rappresentanti ai Tavoli di lavoro nazionali e regionali, tesi alla definizione di statuti, regolamenti, organigrammi, costruzione di reti, predisposizione di progetti di valorizzazione integrata.

WIKIMEDIA ITALIA
dal 2015

Nel 2015 Wikimedia Italia e ICOM Italia hanno stipulato una convenzione per realizzare una serie di iniziative congiunte e promuovere il dibattito relativo alla circolazione di testi e immagini dei beni culturali e alle norme di riferimento. Dopo le positive collaborazioni degli ultimi due anni, entrambe le associazioni hanno deciso di rinnovare nel 2017 l’accordo rilanciando la partecipazione degli associati alle iniziative congiunte di ICOM Italia e Wikimedia Italia, come il concorso fotografico Wiki Loves Monuments, che prevede l’assegnazione di un premio speciale ICOM dedicato ogni anno al tema della Giornata internazionale dei musei e della festa dei musei. ICOM Italia e Wikimedia Italia hanno inoltre proseguito le attività volte a promuovere una cultura della libera diffusione e riproduzione dei beni culturali, che riconosca la condivisione delle riproduzioni dei beni culturali secondo i termini di licenze libere quale strumento per valorizzare il ruolo di musei, archivi e biblioteche, secondo prassi ormai sempre più consolidate nei maggiori istituti culturali internazionali.

CENTRO CONSERVAZIONE RESTAURO LA VENARIA REALE
dal 2017

La grande attenzione di ICOM Italia per il settore strategico della ricerca, diagnostica, sperimentazione e conservazione negli istituti museali sta alla base della convenzione sottoscritta nel 2017 con la Fondazione Centro per la Conservazione ed il Restauro dei Beni Culturali “La Venaria Reale”.
Conservazione preventiva e programmata del patrimonio culturale mobile e immobile, sistemi di valutazione dello stato di conservazione e della gestione dei rischi delle collezioni nelle residenze storiche, sicurezza del patrimonio in emergenza sono solo alcuni degli ambiti di approfondimento che hanno visto collaborare ICOM Italia la Fondazione CCR. Particolare attenzione è stata inoltre rivolta alle metodologie atte a integrare le competenze dei restauratori, degli storici dell’arte e delle professionalità scientifiche all’interno delle istituzioni museali, all’insegna di una collaborazione multidisciplinare, condivisa e proiettata verso il futuro grazie ad un costante aggiornamento delle metodologie di ricerca caratterizzate da un alto livello di innovazione.

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO DI FIRENZE
2017-2018 

Il partenariato annuale con la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze ha un valore esemplare e ci auguriamo che possa essere seguito da altre Fondazioni bancarie. Per questo motivo, ICOM Italia ha collaborato alla progettazione e alla realizzazione di Valore Museo, il programma per favorire e  potenziare l’innovazione nei musei promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Il progetto si inserisce in un impegno decennale volto a sostenere la crescita dei piccoli musei in una regione che ha una densità museale tra le più alte di Europa. Al progetto hanno partecipato dodici giovani professionisti under 35 che hanno ottenuto una borsa di studio per svolgere, dopo un periodo di formazione, uno stage di un anno in altrettanti musei. Ogni giovane ha lavorato con un professionista del museo a un piano che aveva il suo punto focale nelle analisi del pubblico. Alla fine del percorso sono stati premiati due musei, il Sistema Museale dell’Empolese Valdelsa e il Museo Stibbert, con 10 mila euro ciascuno per dare ulteriore sviluppo al piano di lavoro. Ai due giovani è stato offerto un viaggio di formazione in Europa nell’ambito della rete ENCATC di European Network of Cultural Administration Training Centres. La Fondazione ha deciso inoltre, visti i risultati soddisfacenti, di rinnovare l’accordo con ICOM Italia e offrire la possibilità agli altri musei e
giovani professionisti di proseguire lo stage per altri sei mesi nell’ambito di Valore Museo 2018.
I musei che hanno partecipato sono Ecomuseo del Casentino, Museo Casa Masaccio, Museo Paleontologico di Montevarchi, Gallerie degli Uffizi, Museo Archeologico Nazionale, Museo Galileo, Museo Nazionale del Bargello, Museo Novecento, Museo Civico Archeologico “Isidoro Falchi” di Vetulonia, Museo di Storia Naturale della Maremma. ICOM Italia, insieme alla Fondazione 

Fitzcarraldo, ha curato la selezione dei partecipanti (500 professionisti e 42 musei), alla formazione, al servizio di tutor e alla valutazione finale.

Valore Museo è promosso dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze con la Regione Toscana, in collaborazione con il Polo Museale della Toscana, ICOM Italia e la consulenza della Fondazione Fitzcarraldo e di ICOM.

FIDAM (FEDERAZIONE ITALIANA DEGLI AMICI DEI MUSEI)
dal 2018

L’accordo tra ICOM Italia e FIDAM (Federazione Italiana degli Amici dei Musei), siglato il 22 maggio 2018 nell’abito del Convegno IO HO QUEL CHE HO DONATO. Mecenatismo, filantropia e sponsorizzazione a sostegno delle istituzioni museali, prevede l’impegno reciproco alla collaborazione per finalità comuni alle due associazioni.

PIANO NAZIONALE DI DIGITALIZZAZIONE – PND: ACCORDO TRA ICOM ITALIA, DG MUSEI MIBAC E ICCD (ISTITUTO CENTRALE PER IL CATALOGO E LA DOCUMENTAZIONE)
dal 2018    

   L’accordo crea le base per un rapporto di collaborazione tra le parti con i seguenti obiettivi operativi:

  • formulazione di proposte per la redazione dei questionari per il censimento sullo stato di digitalizzazione preliminare alla redazione del PND
  • disseminazione e divulgazione dei questionari presso gli istituti aderenti a ICOM attraverso i Coordinamenti Regionali
  • analisi dei dati rilevati con le attività di censimento
  • formulazione di proposte e linee guida per la digitalizzazione in ambito museale da presentare al tavolo tecnico permanente di coordinamento che ICOM Italia, coerentemente con le azioni internazionali, opera attraverso le Commissioni Tematiche, e per quanto concerne l’ambiente digitale è attiva la Commissione Tecnologie Digitali per il Patrimonio Culturale con l’obiettivo di sostenere un confronto rispetto ai differenti aspetti che caratterizzano le tecnologie digitali per il patrimonio culturale (tecniche, formati e dati). Il lavoro della commissione è portato avanti dai Gruppi di Lavoro che nel triennio 2016-2019 si occupano dell’analisi degli strumenti online usati dai Musei e della sostenibilità e accessibilità del digitale nella progettazione culturale.
COMUNE DI PARMA
dal 2019

In occasione dell’anno europeo del Patrimonio Culturale il Comune di Parma ha inteso farsi parte attiva per la costituzione di una nuova Comunità de

i Musei parmensi che possa integrarsi con circuiti tematici di respiro nazionale e internazionale e che sia orientata non solamente alla valorizzazione del patrimonio conservato presso i Musei, ma anche alla valorizzazione del territorio e del paesaggio culturale quali beni comuni e alla promozione dell’eredità culturale intesa quale risorsa per la qualità della vita. La Comunità dei Musei si configura come un laboratorio sperimentale di attuazione dei principi della Convenzione di Faro, della Carta di Siena 2.0 di ICOM Italia e della Convenzione Europea del Paesaggio.

ANCI (Associazione Nazionale dei Comuni) Basilicata
dal 2019

Con la sottoscrizione dell’Accordo, raggiunto anche grazie al supporto del Coordinamento Regionale Basilicata e Calabria di ICOM Italia, le Parti instaurano un rapporto di collaborazione, in particolare in relazione a riferimenti e linee guida per il mondo museale, elaborate a livello internazionale e nazionale. Principali finalità dell’accordo sono: formazione e aggiornamento dei professionisti dei musei, prevenzione e gestione della sicurezza, studi e ricerche.

FONDAZIONE SCUOLA DEI BENI E DELLE ATTIVITA’ CULTURALI
dal 2020

Le parti si impegnano a collaborare all’attuazione del Progetto integrato di informazione e formazione dedicato agli operatori museali interessati dal Sistema Museale Nazionale, elaborato e finanziato dalla Fondazione in accordo con la Direzione Generale Musei e la Direzione Generale Educazione e Ricerca.

Con la sottoscrizione dell’Accordo, raggiunto anche grazie al supporto del Coordinamento Regionale Basilicata e Calabria di ICOM Italia, le Parti instaurano un rapporto di collaborazione, in particolare in relazione a riferimenti e linee guida per il mondo museale, elaborate a livello internazionale e nazionale. Principali finalità dell’accordo sono: formazione e aggiornamento dei professionisti dei musei, prevenzione e gestione della sicurezza, studi e ricerche.